logo_lp_bianco.png

Wheels on Waves 2018 "spiega" le vele dell'accessibilità lungo le coste del Mediterraneo

Il 28 aprile, il catamarano "Lo Spirito di Stella” leverà le ancore da Lignano Sabbiadoro (Ud) per la nuova edizione di WoW: 6 mesi in mare all'insegna dello #UniversalDesign.

Estel-Wow-Charleston-Change-Crew

Nel 2017 ci siamo lasciati così: un catamarano, 8500 miglia percorse, 21 equipaggi composti da membri provenienti da tutto il mondo, 200 giorni di navigazione da New York a Venezia attraversando l'Oceano Atlantico per consegnare la Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità a Papa Francesco.

Un'iniziativa nata dalla volontà del presidente dell’Associazione, Andrea Stella: tornare a solcare il mare, nonostante la disabilità. Dopo un incidente durante un soggiorno a Miami nell'agosto del 2000 che lo costringe alla sedia a rotelle, l'imprenditore vicentino si fa portavoce dei diritti per i disabili. Nel 2003 fonda l'Onlus “Lo Spirito di Stella” e progetta l'omonimo catamarano, realizzando così il suo sogno di tornare al timone.

andrea_stellaNell'edizione 2018 “Lo Spirito di Stella”, il primo catamarano al mondo completamente accessibile, solcherà il Mar Mediterraneo in 15 tappe, portando il suo messaggio di uguaglianza e libertà in nome delle persone disabili. A pochi giorni dalla partenza, fissata per sabato 28 Aprile dal porto di Marina Punta Faro (Lignano Sabbiadoro), l'equipaggio WoW ed i suoi protagonisti sono pronti ad affrontare 6 mesi di navigazione, al grido di "Tutti a bordo!".

viaggiowow2018Un viaggio che si concluderà domenica 14 Ottobre a Trieste, in occasione della 50a edizione della Barcolana. Novità di quest’anno saranno gli Open Days: uscite giornaliere a largo dei porti di attracco. L’iniziativa è rivolta a un vasto pubblico eterogeneo: professionisti ed amanti del mare, disabili e non, avranno la possibilità di candidarsi, compilando l'apposito form, sul sito ufficiale  e salire a bordo.

Lo scopo? Dare la possibilità ad oltre 800 persone di visitare gratuitamente il catamarano ed affiancare il capitano Stefano Locci ed il sailor Matteo Baldi durante le manovre veliche, divenendo così parte attiva del progetto, anche solo per qualche ora. Per ogni tratta di navigazione verranno inoltre selezionati 4 candidati WoW che, assieme al personale di bordo, formeranno i vari equipaggi, per una full immersion di più giorni da autentici velisti.
Ogni gruppo condividerà così un’avventura pratica ma anche “simbolica”: il passaggio delle consegne e del testimone tra chi sbarca e chi s’imbarca. Una ciclicità ed un rinnovamento continui, che garantiscono l’universalità del progetto.